Consorzio dei Comuni della Provincia di Trento

BIM dell'Adige

La centrale di Moline

UBICAZIONE E TIPOLOGIA L'impianto idroelettrico di Moline è il terzo di una serie a cascata, facenti capo ai bacini del Travignolo, del Vanoi e del Cismon; è situato nella Valle del Cismon, ed utilizza le acque del torrente Cismon e affluenti, nonché quelle del torrente Vanoi e affluenti, tramite lo scarico della centrale di S. Sivestro. Le opere di captazione delle acque, di derivazione e di scarico sono ubicate nei comuni di Imer e Sovramonte. È un impianto idroelettrico a serbatoio stagionale, che utilizza le acque del torrente Cismon e quelle scaricate dalla centrale di Val Noana e dalla centrale di S. Silvestro, che a sua volta utilizza lo scarico della centrale, più a monte, di Caoria, alimentata dal serbatoio di Forte Buso (torrente Travignolo).Il bacino di riferimento dell'impianto è pari a circa 206 km2.

La centrale di Moline ha una portata media in concessione di 13,560 m3/s, mentre la portata massima è pari a 18,070 m3/s; il salto è di 143,10 m e la potenza nominale media è di 19.024 kW.

La centrale di Val Schener ha una portata media in concessione di 13,490 m3/s ed una portata massima pari a 18,000 m3/s; il salto è di 14,10 m e la potenza nominale media è di 1.865 kWper una potenza nominale media complessiva dell'impianto pari a 20.889 kW.

La producibilità media annua di energia,dichiarata negli atti ufficiali dal Concessionario, per l'impianto di Moline è di 114 GWh/anno, e per l'impianto di Val Schener è di 7 GWh/anno.

La scadenza della concessione dell'impianto di Moline - Val Schener è fissata per il 31.12.2010.