Consorzio dei Comuni della Provincia di Trento

BIM dell'Adige

La centrale del Torrente Novella

UBICAZIONE E TIPOLOGIA L'impianto in esame è ad acqua fluente ed è stato realizzato nel 1925,per iniziativa del Consorzio Idroelettrico Alta Novella, mentre è entrato in funzione l'anno successivo, allo scopo di fornire energia alle piccole industrie dell'Alta Val di Non. Nel 1972 tutti i beni del menzionato Consorzio sono stati ceduti all'ENEL, che ha interrotto l'attività dell'impianto, in vista delle necessarie ristrutturazioni. L'ENEL nel 1986 ha presentato istanza di rinuncia alla concessione a derivare acqua. L'impianto è entrato così a far parte delle centrali dismesse, con possibilità da parte degli interessati di ottenere una nuova concessione alla derivazione. Il Comune di Fondo presentò così nel 1986 un'istanza di concessione. A causa di alcuni ritardi nella presentazione del progetto ed in seguito ad alcune modifiche apportate allo stesso, la concessione è approvata nel 1997, con D.G.P. n.13718 dd.28.11.1997, per produrre, sul salto di 99,13 m, la potenza nominale media di 476 kW. A tale scopo fu ripristinata la vecchia centralina e furono eseguiti altri lavori di adeguamento delle opere esistenti, per consentire un prelievo di una portata maggiore. L'impianto è stato attivato quindi nel 2007. Il bacino di riferimento dell'impianto è di 47,50 km2. L'impianto in esame ha una portata media in concessione di 490 l/s ed una portata massima di 700 l/s; il salto è di 99,13 m e la potenza nominale media è di 476 kW. La producibilità media annua di energia dell'impianto è di 3.213 MWh/anno.

La scadenza della concessione dell'Impianto di derivazione del torrente Novella è fissata per il 31.12.2026.